Informazioni importanti

Quesiti che ci rivolgono spesso

Perché consigliate solo le asciugatrici a gas americane?

Perché noi ci affidiamo a dei marchi, la cui storia è riconosciuta a livello mondiale, a dei prodotti che escono da case costruttrici con migliaia di dipendenti, le quali sono andate evolvendosi in un progressivo miglioramento, nell’ambito tecnologico.

Tra essi rientra il marchio Maytag, affiancato dal marchio Whirlpool, che dopo aver acquisito la Maytag nel 2006, si è affermato come il colosso mondiale nel settore degli elettrodomestici.

Sempre negli Stati Uniti., hanno operato in competizione anche altri grandi marchi, naturalmente sulla stessa base e sistema tecnologico,in una gara per raggiungere prodotti sempre più competitivi, altamente affidabili e duraturi.

Le asciugatrici a gas, le macchine più ecologiche nella categoria, entreranno in tutte le case americane, e lo stendino sarà completamente eliminato da più di due generazioni.

Anche in Italia solo le asciugatrici a gas americane possono mutare la mentalità degli italiani ancora legata al vecchio sistema, grazie alla loro grande efficienza, bassi consumi, alle loro straordinarie prerogative e risultati soddisfacenti, che fanno cambiare la vita di una famiglia.

In Europa non ci sono stati ancora imprenditori che abbiano capito i parametri necessari alla costruzione di una buona asciugatrice. Infatti riscontriamo che alcuni marchi, ignorando completamente il sistema americano, frutto centenario di continue conquiste, stanno producendo macchine ad un livello decisamente inferiore a quelle americane, per quanto riguarda i tempi per asciugare, il trattamento dei tessuti e i risultati finali non soddisfacenti.
E pensare che bastava copiare, miniaturizzando!
“Chi sa copiare è già un artista, …...…..!”
Infatti chi fa l’imitazione di una macchina , naturalmente nel rispetto dei limiti che i brevetti impongono, la copia perché ne conosce il valore e i risultati ottenuti, e, se ha la capacità, può raggiungere persino un miglioramento.
Chi non vuole far tesoro dei successi altrui, può invece sbagliare.

CAVALLETTO SPECIALE STARK 320

con 4 gambe smontabili: 2 posteriori con rotelle per la traslazione e 2 con cuscinetto per la regolazione

con design esclusivo della Europea Export

garanzia a vita

portata 320 kg

 

Lavatrice e Asciugatrice a gas
affiancate secondo l’usanza americana
Asciugatrice a gas
sopra la lavatrice con cavalletto STARK320

 

PER CHI HA POCO SPAZIO:

Se è necessario mettere l’asciugatrice sopra la lavatrice, occorre collocarla sopra uno speciale cavalletto, costruito appositamente con misure in modo che OGNI MACCHINA RIMANGA INDIPENDENTE L’UNA DALL’ALTRA: il movimento della centrifuga non deve trasmettersi all’asciugatrice, che in progresso di tempo può andare in avaria.

L’asciugatrice può stare sopra solo se costruita IN UN UNICO BLOCCO con la lavatrice.

NON SOVRAPPONETE MAI L’ASCIUGATRICE DIRETTAMENTE SOPRA LA LAVATRICE, ANCHE SE CON KIT APPOSITO.


USCITA-ARIA LATERALE

foto nr. 1 foto nr. 2


La fabbrica predispone lateralmente dei cerchi, già incisi, da poter toglier facilmente, per far uscire l’aria a destra o a sinistra, persino di sotto, al fine di risparmiare dello spazio, in caso di bisogno.

Come si osserva nella foto nr. 1 il lavoro è già completato con innesto rapido: il tubo esce rasente alla parete laterale dell’asciugatrice ed è ben fissato con staffe, pronto per ricevere la curva in acciaio INOX 316 che accompagna l’aria all’uscita della stanza, secondo quanto si può osservare nella foto nr. 2.

Se la macchina viene posta all’esterno, basta la curva, che va girata e su di essa viene posta la griglia a gravità.

Come si può capire il lavoro dell’uscita dell’aria va fatto a regola d’arte da un professionista, cioè da una persona avanzata nel campo del lavoro.

Non può essere condotto da un principiante qualunque e nemmeno con tubi flessibili che ostacolano l’uscita dell’aria in modo permanente, causando il malfunzionamento della macchina, in quanto vengono alterati i valori termici nella produzione di aria calda, con anomalie indesiderate.

N.B. Le suddette modifiche, uscita a DX, a SX, ecc.. sono autorizzate dalla ditta, ma devono essere eseguite a regola d'arte, da personale specializzato.

Ogni altra modifica, non autorizzata dalla fabbrica, equivale a vera e propria CONTRAFFAZIONE.

 

Scorcio di installazione con tubo inox

Forniamo, su richiesta del cliente, tubi metallici per l'installazione, SOLO TUBI METALLICI, che in quanto lisci non fermano i pelucchi che fuoriescono dall’asciugatrice in funzione, i quali altrimenti intaserebbero lentamente le tubazioni.

SONO VIETATI I TUBI FLESSIBILI, IN GOMMA, IN PLASTICA O IN ALLUMINIO, perché la loro filettatura ostacola l'autopulitura dalla lanugine, e quindi ostacola il buon funzionamento della macchina.

A questo proposito occorre, da parte del cliente, ACQUISIRE UNA CULTURA, voler capire le nozioni fondamentali:

  1. circa la scelta della macchina a gas
  2. ma soprattutto acquisire una cultura su quanto concerne l'installazione che deve seguire delle regole rigide, ben precise, per non ritrovarsi presto con una macchina in guasto, solo perché la suddetta operazione non è stata eseguita a regola d'arte, e quindi l'asciugatrice ha sofferto, in condizioni spesso proibitive, magari in un ambiente non ventilato.

 

Tutto ciò secondo le seguenti normative:

  • la UNI 7129/08 parte 2 (o UNI/CIG 7129/08) che regola le norme riguardanti tutti i locali in cui ci sono apparecchi che funzionano con il gas in generale
  • la UNI 7131 (o UNI/CIG 7131/08) v. 4.2 che riguarda specificatamente i locali in cui funzionano macchine a G.P.L..

Le sopracitate norme di legge fissano anche le varie aperture che si devono eseguire nei locali,

per una giusta AERAZIONE e VENTILAZIONE dei locali, e una COMBUSTIONE ottimale, di tutti gli apparecchi che funzionano a gas, ANCHE DI UN SEMPLICE FORNELLO DA CUCINA.

Naturalmente tra gli apparecchi che funzionano con il gas o il G.P.L., rientrano tutte le ASCIUGATRICI a GAS, siano esse AMERICANE, EUROPEE, GIAPPONESI, ecc…, che necessitano di aperture, a meno che non ci sia una finestra o una porta o una ribalta da poter aprire, mentre le macchine sono in funzione. Se avete bisogno di altri chiarimenti e delucidazioni tecniche, potete telefonarci al n° 049.942.0101.

 

 

In uscita occorre mettere degli sportelli per uscita-aria come gli esempi che vi facciamo vedere, tutto aperto o tutto chiuso.

Mentre l’asciugatrice funziona, la forza dell’aria apre completamente lo sportello e lascia uscire tutti i pelucchi che, con altri fissi e con maglie fitte, si fermerebbero formando piano piano un tappo, il quale impedirebbe nel tempo l’uscita dell’aria.

Mentre la macchina non funziona, lo sportello rimane chiuso, evitando così l’entrata di insetti, lucertole e di altri animaletti.

Sportello per uscita-aria in omaggio ai clienti

Abbiamo anche uno speciale sportello, 150 x 150 con foro per tubo diametro 100 mm, con 3 ribaltine che si aprono contemporaneamente quando l’aria esce e si chiudono quando l’asciugatrice non è in funzione.

Non vanno bene gli sportelli a gravità 100 x 100, perché hanno un foro inscritto per un tubo diametro 80 mm.

L'ARIA DI SCARICO CHE ESCE DALLA MACCHINA E' PULITA, ED E' SEMPRE PULITA, ANCHE PERCHE' E' LA STESSA CHE ASCIUGA LA BIANCHERIA.

Le vostre asciugatrici hanno l'aria fredda?

L'aria fredda è una funzionalità solo delle asciugatrici a gas domestiche. Ma l'aria fredda, nelle nostre zone, in cui il grado di umidità è elevato, non asciuga. Forse bisognerebbe andare in California, in Florida, nel sud della Spagna, ecc..

NON ESISTONO COMUNQUE ASCIUGATRICI PROFESSIONALI CON L'ARIA FREDDA

Voi avete l'asciuga-scarpe?

Abbiamo il cosiddetto “metti-scarpe”, ma non ve lo consigliamo, per i pericoli di incendio che possono intervenire nell’asciugare le scarpe ginniche di gomma o altri prodotti gommosi, come sconsigliano le grandi case costruttrici americane, quando nelle istruzioni dicono: “…… non si devono introdurre la gomma spugna,….. le sopra-scarpe di gomma e le scarpe da ginnastica rivestite di gomma ….ecc… “
Ma non lo suggeriamo soprattutto per l’igiene: il cesto, dove accogliere il vostro bucato, dovrebbe essere un ambiente completamente asettico. Le scarpe di gomma durante l’asciugatura, possono emanare delle esalazioni tipiche dei mastici e dei collanti che andrebbero ad inquinare il cesto. 
Diamo il suddetto accessorio, solo se viene data assicurazione di usarlo eventualmente per oggetti che non possono costituire problemi di incendio e per particolari indumenti, per i quali è preferibile evitare troppo movimento, come indicato nella vendita in U.S.A.

Ci fornite le salviettine profumate?

Non c’è bisogno di salviettine profumate, né dell’ammorbidente, dato l’ottimo lavoro svolto da queste asciugatrici. Con le salviettine profumate inoltre si introducono SOSTANZE CHIMICHE, che possono provocare allergie.

Il sistema a turbo-getto d’aria calda in diagonale delle asciugatrici americane dà dei risultati straordinari: apre le fibre dei tessuti, ottenendo una morbidezza del bucato non paragonabile a quella con altri sistemi di asciugatura. Ciò solo in presenza di un cesto molto e molto ampio, come nelle macchine americane.

L’eventuale acquisto di salviettine è una spesa veramente inutile!!! In Italia purtroppo ne hanno inventato un grande business, specie quando offrono macchine scadenti.

Quando il gas della bombola si esaurisce c’è pericolo?


Possiamo consegnare un dispositivo speciale da applicare alla bombola , con un apposito supporto, dispositivo che attua un intervento di blocco di pressione minima e massima.

Questi due interventi servono in due casi:

1.Quando il riduttore è in perdita, cioè in guasto, e la pressione aumenta al di sopra dei 40 mbar, questo accessorio interviene e blocca, chiudendo l’uscita del gas.

2.Nel caso la bombola sia in esaurimento, mentre il gas sta per finire, e la pressione va sotto i 10 mbar, il dispositivo blocca il gas  e la combustione non subisce alterazione, cioè non avviene alcuna cattiva combustione che potrebbe eventualmente sporcare la biancheria. Questo problema aumenta nelle zone fredde, al di sotto di 0 gradi.

In conclusione per accessori noi intendiamo dei dispositivi utili che intervengono a migliorare la funzionalità e la sicurezza dell’asciugatrice, non cose vane a scopo di lucro.
Per noi sono necessari ad es. il dispositivo per la bombola, per evitare infortuni o danni al bucato, anche lo sportello uscita-aria per non dover intervenire spesso a sbloccare intasamenti e fare manutenzione, che altrimenti non occorre.

Sono invece inutili, le salviettine profumate, che durante il funzionamento dell’asciugatrice emanano esalazioni chimiche, non consone all’ecologia, e sono assolutamente superflue, visto il lavoro eccellente delle macchine.

Anche il metti-scarpe è pochissimo richiesto dai nostri clienti, che evidentemente danno molta importanza all’igiene e al pericolo che può intervenire.

Le vostre macchine hanno l’inversione di marcia?

Nessuna di queste asciugatrici americane ha l’inversione di rotazione: la possono avere solo quelle americane di lusso, con 2 motori, uno per la movimentazione alternata del cesto e un motore per far girare la ventola dell’aria, che ha un solo senso di rotazione.
Quelle di lusso possono avere anche la vaporizzazione!
Con un solo motore, quando il cesto si inverte, l’asciugatura si interrompe, con danno ai tessuti, a causa di sbalzi termici ad ogni inversione. E poi non ha senso dal punto di vista tecnico, sentire una macchina che continua ad accendersi e spegnersi, anche per eventuali avarie cui può andare incontro.

NON ACQUISTATE MACCHINE CHE ABBIANO L’INVERSIONE DEL CESTO CON UN SOLO MOTORE.

Le vostre asciugatrici si possono mettere all’esterno?

Se le macchine vengono messe all’esterno, in un terrazzo o balcone, si deve scegliere solo tra quelle TUTTE ELETTRO-MECCANICHE, NON macchine con delle componenti ELETTRONICHE, perché a causa degli sbalzi di temperatura e condense che si verificano all’esterno, in breve tempo possono andare in avaria, anche se coperte da PROTEZIONI METALLICHE o PLASTICHE: anzi questi involucri NON FANNO ALTRO CHE RADDOPPIARE LE CONDENSE.

Fate la prova gratuita a domicilio?

Non usiamo il metodo della prova gratuita a domicilio, per i seguenti motivi:
E’ una forma di vendita senza regole precise.
Può produrre un mercato dell’usato, per evitare il quale ogni macchina dovrebbe avere un conta-ore di lavoro, al fine di conoscerne la vetustà, come le automobili con il conta-chilometri.
Perché il cliente si senta fortunato per la gratuità dell’offerta, occorre consegnare la macchina senza definire anticipatamente il prezzo.
Si creano delle situazioni imbarazzanti, quando il cliente decidesse di restituire l’asciugatrice.
La contabilità non può essere redatta in modo chiaro, perché la prova gratis a domicilio è una transazione aleatoria, sospesa, non definibile sul piano giuridico - legale, a meno che non si stenda un contratto al rilascio della macchina.
In poche parole la prova gratuita a domicilio si evolve verso una strada che porta all’usura, forma poco raccomandabile.
Per evitare complicazioni è meglio la formula “soddisfatti o rimborsati” che si attua con una transazione regolare e, in caso di ritorno, con nota di accredito altrettanto regolare per legge.

DIFFIDATE DI CHI VI DA' LE MACCHINE IN PROVA GRATUITA A DOMICILIO!!!